Ecco gli spot migliori del Super Bowl 2018, ovvero la vera ragione per cui guardiamo il Super Bowl


Ogni anno, il Super Bowl non è solo il più grande palcoscenico del football, è anche il più grande palcoscenico dell’advertising.

Il Super Bowl 2018 non ha fatto eccezione. Proprio come i Philadelphia Eagles e i New England Patriots hanno combattuto per il campionato al Super Bowl LII, le maggiori compagnie e agenzie pubblicitarie hanno lottato per monopolizzare l’attenzione del pubblico.

Con più di 100 milioni di americani pronti a sintonizzarsi sulla NBC per godersi l’ultima partita di campionato, gli spot pubblicitari per le aziende sono diventati più costosi di anno in anno. Secondo Sports Illustrated, NBC Sports ha incassato più di $ 5 milioni per uno spot di 30 secondi durante il Super Bowl LII.

Va da se che gli impegni profusi nel mostrare una pubblicità durante un evento del genere sono raddoppiati,  non si potrà  certo mostrare una qualsiasi pubblicità, magari anche già andata in onda, che non colpisca il pubblico.

Il mio compito per RDG durante il Super Bowl è di guardare le pubblicità e valutarle. A volte è stato facile, come quando ho avuto a che fare con l’onnipresente inquietudine di Amazon:

Alexa perde la voce? A sostiturila ci pensano gli attori famosi. (ps: ed anche il ceo di amazon fa il suo cameo)

Toyota punta tutto sui sentimenti e la forza di volontà!

Che aspetto avrebbe RED se si trasformasse in un umano? quello di Danny Devito ovviamente!

Peta fa sentire in colpa tutti i pubblicitari del mondo… almeno quelli carnivori.

Tide cerca di rinfrescarsi l’immagine dopo la “Tide pod Challange”, lo fa mettendo in campo le armate pesanti e spalleggiandosi con altri brand della stessa company.

Ameritrade non riesce a far pronunciare la famosa frase “all night long” a Lionel Richie.

Budwiser anche quest’anno non si concentra su fare la pubblicità alla birra, infatti dal 1988, Budwiser ha contribuito a fornire oltre 79 milioni di barattoli d’acqua nelle città degli Stati Uniti colpite da disastri naturali.

Un’altra cosa che ci ha regalato il campionato NFL sono state le coreografie ad ogni touchdown…

Chris Pratt prende seriamente anche il provino per una birra.

Serve un traduttore un po’ per tutto, anche quando vai a fare un mutuo…

Pepsi non cambia, è la stessa che beveva tuo padre ed è la stessa che beveva il padre di tuo padre…

Fateci sapere quale vi ha colpito di più nei commenti!!!

Lombardo Marco
Ceo & art director dello studio Wiredlayer nonché amministratore e direttore di robadagarafici.net Art Director, Social Media Manager, Team manager, Si occupa di grafica e comunicazione da 15 anni. admin di robadagrafici.net e relativa pagina facebook. Ha iniziato come Web designer e la propria esperienza professionale si è evoluta nel tempo fino alla visione completa dei progetti, occupandosi della definizione delle strategie di web marketing e della gestione dei budget, oltre che dal punto di vista grafico di ogni singolo progetto. Ideazione e sviluppo progetti di: comunicazione visiva cross-publishing, web marketing, Gestione diretta del cliente. Formazione/Organizzazione di Team di lavoro (Web, Social Media) marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net

Ti potrebbe interessare anche