lunedì, Novembre 29, 2021
HomeGuideConsigliQual è la differenza fra un CMS ed un website builder? Qual...

Qual è la differenza fra un CMS ed un website builder? Qual è il più adatto per la vostra impresa?

-

ascolta l'articolo!

Per creare un sito web sono richieste molte competenze: web design, pianificazione, programmazione, ecc. Fortunatamente, non è necessario essere esperti in tutti questi campi per creare un sito Web soddisfacente. Esistono infatti alcuni strumenti in grado di gestire automaticamente aspetti più complessi, consentendo agli utenti di gestire solo la parte creativa dell’attività.

In particolare, vi sono due tipi di scelta che si possono fare in questo ambito. Si possono utilizzare i CMS (Content Management Systems) o i Website Builder (Costruttori di Siti Web). In questa pagina vi spiegheremo le differenze tra i due e quando è il caso di utilizzarli.

Content management systems

I CMS servono prevalentemente a gestire i contenuti di un sito. Permettono di creare, salvare, trasferire e cercare i propri dati. L’utente ha il controllo diretto su tutti gli elementi, generalmente conservati in un server SQL.

Generalmente i CMS offrono alcune opzioni grafiche di personalizzazione grafiche, ma molta della fatica la deve fare anche l’utente. Infatti l’hosting, la sicurezza, i vari plugin e i backup devono tutti essere gestiti manualmente. Fortunatamente I CMS sono generalmente open source, quindi è possibile personalizzarli molto, anche se con una certa complessità. Se non si desidera utilizzare i temi preimpostati, è necessario possedere una conoscenza quantomeno basica di linguaggi di programmazione come HTML, CSS, JavaScript, o PHP.

Il lato positivo di questi servizi è che offrono un controllo molto più minuzioso sui dettagli della propria pagina. Possono inoltre essere assemblati offline e poi caricati sul server scelto.

Il servizio di CMS più popolare è sicuramente WordPress, ma ne esistono anche molti altri, ad esempio Joomla, e Drupal. Sono molto consigliati per blog, siti di eCommerce, forum, social network e in generale siti con molto contenuto. Generalmente sono gratuiti, ma come si è detto bisogna pagare di tasca propria l’hosting, con un prezzo che può andare dai 10 ai 40€.

Website builder

I website builder permettono la creazione di siti web direttamente sulla piattaforma di hosting del builder. A questo proposito è da menzionare che è sempre importante controllare il tipo di hosting prima di sceglierne uno, dato che ne esistono forme diverse che possono avere conseguenze diverse.

Il più grande vantaggio dei website builder è la loro facilità d’uso. Tutti gli strumenti e tutti i widget possono essere posizionati liberamente nella pagina dall’utente, senza che sia necessario scrivere una riga di codice. Ovviamente questo porta anche ad una flessibilità minore e a diversi problemi che vedremo rapidamente di seguito, ma è sicuramente un costo che può assolutamente valere la convenienza.

Ci sono moltissimi tipi di website builder diversi, molto di più rispetto ai CMS. Non fate la vostra scelta prima di aver letto questo articolo, dove sono elencati quelli migliori sul mercato. Una volta scelto, è abbastanza complesso cambiare un website builder, poiché la maggior parte è legata anche a un hosting specifico, e di conseguenza sarebbe necessario trasferire tutto il sito. Di seguito sono riportate alcune cose da tenere a mente durante la scelta di un website builder, molto di più che nel caso di un CMS.

Scegliere un website builder con opzioni grafiche soddisfacenti

Se volete creare una pagina semplice, non sono necessarie funzioni complicate. Al contrario, un editor eccessivamente complesso renderebbe lavoro più difficile. In questi casi, anche se non ci sono buone opzioni di personalizzazione, può essere sufficiente un builder che può scegliere tra vari layout predefiniti. Ma se volete costruire una pagina più grande con un builder, dovete trovare qualcosa che possa fornire di più. Una buona piattaforma dovrebbe offrire svariate opzioni di layout e di customizzazione, insieme anche a strumenti adeguati per lo scopo della vostra pagina. Un sito graficamente piacevole è la chiave per il successo,  e seguire i trend del momento (o anche fare l’esatto opposto) può essere un buon punto di partenza per il vostro lavoro.

Ottimizzazione per siti mobile

La maggior parte degli utenti di Internet non utilizza più il PC per navigare, ma utilizza invece dispositivi mobili, siano essi telefoni cellulari o tablet. Se non ottimizzate la vostra pagina per questi ultimi, potreste perdere molti potenziali visitatori. Solitamente la conversione del sito in uno schermo di dispositivo più piccolo è considerata una questione quasi secondaria e poco importante. Questo è sbagliato, perché le pagine ottimizzate solo per il desktop spesso causano vari problemi quando vengono convertite in altri formati. Si deve considerare fin dall’inizio che il nostro sito web verrà visualizzato su un gran numero di schermi di diverse dimensioni e caratteristiche. Ovviamente non è possibile creare una pagina specifica per tutti i tipi di dispositivi disponibili nel mondo. Fortunatamente, ci sono molti modi per progettare una pagina adatta ai dispositivi mobili. Scegliete un costruttore che fornisce strumenti per aiutarti in quest’area, e il gioco è fatto.

Strumenti di controllo SEO adeguati

La gestione della SEO è importantissima per il posizionamento su Google. Sfortunatamente, molti costruttori di siti Web di solito commettono vari errori. La SEO non dipende esclusivamente da elementi come il contenuto della pagina o le parole chiave, ma anche da fattori tecnici come la velocità del sito web. Nel 2018, Google ha lanciato un nuovo metodo di ranking di Speed Update, che è una modifica all’algoritmo SEO e tiene conto anche della velocità di caricamento del sito web. C’è però un problema. I costruttori di siti web possono facilitare il lavoro dell’utente gestendo automaticamente la costruzione della pagina: ma è questo tipo di automazione che può causare contemporaneamente problemi. Il codice scritto dal programma è solitamente lento e inefficiente, più il sito cresce, più questi problemi si sommano, rendendo il tuo sito sempre più lento. Pertanto, si consiglia di scegliere un costruttore che comprenda questi problemi e fornisca soluzioni, preferibilmente inclusi metodi di monitoraggio SEO.

Cosa scegliere?

Da questa analisi risultano evidenti i pro e i contro di entrambi i servizi. È evidente che i CMS offrono molta più solidità e molta più personalizzazione, ma possono essere piuttosto complicati da utilizzare, essendo necessarie conoscenze nella programmazione. Invece i website builder sono perfetti per tutti gli utenti e semplicissimi da utilizzare, ma possono portare ad alcuni problemi nell’ottimizzazione e nelle opzioni offerte. La scelta sta a voi, a seconda delle vostre competenze e delle vostre necessità.

Commenta

Commenti

Lombardo Marcohttp://wiredlayer.com
Marco lombardo è il fondatore di robadagrafici.net Si occupa di aiutare i marchi a crescere. Crea identità memorabili grazie a strategie che ne rafforzano l'identità. marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net