ascolta l'articolo!

Ci sono brand che riescono ad entrare nel quotidiano al punto da poter creare connessioni tra le persone, e tra questi possiamo sicuramente annoverare IKEA e LEGO che da poco hanno annunciato una collaborazione.

Ognuno di noi può raccontare la propria esperienza con IKEA o LEGO, negativa o positiva che sia.

 

L’azienda svedese, fondata nel 1943 da Feodor Ingvar Kamprad e dal cui acronimo deriva la parola IKEA, realizza prodotti alla portata di chiunque entrando di diritto nel movimento del design di massa.

Lo stesso possiamo dire dell’azienda danese, LEGO, fondata nel 1916 da Ole Kirk Christiansen il cui nome è l’unione delle parole “leg” e “godt” che si traducono con “gioca bene” e a cui i più tra noi legano un pezzo importante della propria infanzia, personalmente sostengo che non sarei designer se da bambina non avessi avuto la mia scatola di lego sotto il letto perché non avrei avuto la possibilità di sperimentare forme e funzionalità diverse, la mia passione erano i mezzi di trasporto rudimentali e il mio pezzo preferito era un interasse a cui erano applicate due ruote: bastava quello per far sì che la struttura più sgangherata diventasse un mezzo semovente funzionante.

 

Possono sembrare due aziende che non hanno molto in comune, la prima vende arredi mentre la seconda giocattoli, in che modo possono collaborare creando un prodotto che sia vincente e, soprattutto, remunerativo?

Ce lo spiega Andreas Fredriksson, designer di Ikea:

“Quello che per gli adulti è disordine, per i più piccoli è un ambiente creativo ricco di stimoli. Bygglek», questo il nome del prodotto realizzato, «lancia un ponte tra questi due punti di vista, promuovendo il gioco creativo nelle case di tutto il mondo. Non solo. La collezione è perfettamente coordinabile con altri prodotti Ikea: in questo modo la creatività dei piccoli diventa un originale elemento decorativo per la casa”.

 

Ed è un concept davvero interessante, ma concretamente di cosa stiamo parlando?

Parliamo di scatole bianche con coperchio. Questo se vogliamo essere minimalisti nella descrizione come ci insegna il più ricercato design svedese. Sono scatole bianche dotati di “stud” (in gergo è il nome dei tasselli circolari che permettono l’incastro tra i mattoncini LEGO) sui bordi e sul coperchio che permetteranno di realizzare le nostre personalissime e fantasiosissime costruzioni, se vogliamo essere più ricchi di dettagli.

IKEA ci fa sapere che saranno disponibili tre set:

Il primo formato da tre contenitori piccoli al prezzo di 9,95 euro il secondo da due contenitori più grandi ai prezzi di 15 e 13 euro

il terzo da una scatola di mattoncini Lego da 201 pezzi al prezzo di 15 euro

 

e, tenetevi forte: saranno senza istruzioni!

non male per chi le odia, malissimo per chi è abituato a seguirle scrupolosamente alla lettera. Per chi è rimasto malissimo a questa notizia possiamo dire che in fondo si tratta di scatenare la fantasia e di giocare.

Inoltre, vorrei andare un po’ oltre rispetto quanto dichiarato da IKEA e non ragionare semplicisticamente con le dicotomie adulti/bambini e ordine/disordine: il gioco è tanto per i bambini quanto per gli adulti e il disordine in egual misura.

Quindi andremo a comprarli per farci un’opinione più approfondita appena saranno disponibili nei nostri negozi preferiti o online, quando?

IKEA ci fa sapere che saranno disponibili dal 2 ottobre, quindi a breve.

Fateci sapere cosa ne pensate, noi faremo una recensione perché non siamo bambini ma nemmeno adulti e sicuramente non siamo ordinati, ma ci proviamo.

Commenta

Commenti