ascolta l'articolo!

Dopo l’aggiornamento del tardo 2019 dei dispositivi Apple, che ha introdotto l’impiego automatico di una dark mode, molte applicazioni (vedi Instagram) si sono adeguate aggiungendo questa nuova modalità scura alla propria interfaccia utente.

È vero. Ci sono dei precursori. Applicazioni che da anni permettono di impiegare la dark mode. Vedi Telegram, Youtube, Messenger. Ma sicuramente avere la dark mode all’interno dell’intero sistema operativo è un enorme vantaggio.

Ancora restio all’impiego di una modalità scura, solo Whatsapp non offre ai propri utenti la possibilità di scegliere quale UI utilizzare. Finora.

 

È appena stata rilasciata, infatti. Ed è disponibile solo per pochi utenti in Beta Testing. Ma la dark mode di Whatsapp c’è! Il nuovo color scheme presenta una palette di colori più ampia, con un verde secondario #075E54 da impiegare su fondo scuro.

Sarà possibile rettare questa nuova modalità dalle impostazioni dell’app e, quasi sicuramente, verrà integrata anche in modo automatico, qualora il nostro OS sia in modalità scura.

 

La dark mode ha diversi benefici per gli utenti, riduce il fastidio agli occhi dopo un utilizzo prolungato, in ambienti con scarsa illuminazione o di notte.

Inoltre è stato provato un forte miglioramento delle prestazioni della batteria dei dispositivi con schermi AMOLED, quando utilizzati in dark mode.

 

Resta un solo big name a doversi adeguare, eppure anche per lui abbiamo già visto qualche spoiler. Arriverà prestissimo una nuova UI (anche scura) per Facebook, che sta rinnovando la sua intera veste grafica:

 

Se ti è piaciuto questo articolo, ti ricordiamo che questo è uno dei tanti argomenti trattati nel nostro

CORSO DI USER INTERFACE DESIGN con Simone Checchia

Se vuoi maggiori informazioni clicca qui!

Commenta

Commenti