ascolta l'articolo!

Cosi come Adobe, anche Affinity decide di regalare 90 giorni dell’intera suite e non solo.

“Con tutto ciò che sta accadendo in questo momento a causa della pandemia di COVID-19 e in risposta alle molte storie che stiamo ascoltando dalla comunità creativa su come siano state gravemente colpite, abbiamo ritenuto che fosse nostra responsabilità cercare di offrire supporto il più possibile durante questo periodo incredibilmente difficile”.

Cosi Affinity viene incontro a tutti i creativi che in questo difficile momento hanno perso clienti, perché questi ultimi sono stati costretti a chiudere o anche perché si sono visti negare (da comprendere in qualche modo) dei pagamenti di lavori in corso.

Ecco perché hanno messo in atto tre nuove misure che possano aiutare almeno qualcuno di voi:

  • Una nuova prova gratuita di 90 giorni delle versioni Mac e Windows dell’intera suite Affinity.
  • Uno sconto del 50% per coloro che preferiscono acquistare e conservare le app su Mac, Pc Windows e iPad.
  • 

Un impegno a coinvolgere più di 100 creativi freelance per lavoro, spendendo l’equivalente del nostro budget annuale per la messa in servizio nei prossimi tre mesi (ulteriori dettagli saranno annunciati presto).

“L’introduzione della prova gratuita di 90 giorni e prezzi fortemente scontati: questo viene fatto nella speranza di rendere la vita un po’ più facile alle persone che si affidano a software creativo per guadagnarsi da vivere, ma possono rimanere bloccati a casa senza i loro soliti strumenti, o per gli studenti che potrebbero non avere accesso alle loro app Affinity sui propri dispositivi personali”.

La prova gratuita e lo sconto aggiuntivo sono in programma fino al 20 aprile, ma non è escluso che rivedranno la situazione col passare del tempo.

Per chiudere, citiamo il loro messaggio di augurio e vicinanza a tutti i creativi che si trovano in questa spiacevole situazione: “Sappiamo che non stiamo salvando il mondo, ma speriamo che queste misure possano almeno fornire qualche forma di sollievo a coloro che ne hanno bisogno. Lo faremo insieme”.

Commenta

Commenti