Spot Super Bowl // Io voto per Wonderful Pistachios

1 min


 

1010071_10151842743802251_1149447510_n

 

Come al solito al Super Bowl le vere vincitrici non sono le squadre (ha vinto il Seattle come saprete) ma le pubblicità. I costi? Altissimi!  L’emittente Fox ha fissato il prezzo a quattro milioni di dollari per 30 secondi di messa in onda! Una roba da matti!

Il primo che voglio farvi vedere è quello di Wonderful Pistachios: non ci posso fare niente mi piace da matti!

 

La seconda che vi faccio vedere è quella della catena di negozi di tecnologia, RadioShack, che per l’occasione ha resuscitato grandi personaggi tv degli anni ’80:

 

Su Internet il più gettonato è stato lo spot della birra Bud:  un party su una terrazza con Arnold Schwarzenegger in versione campione di ping pong con capelli lunghi e fascia anni ’70.

 

La FCA – Fiat Chrysler Automobiles-  ha invece presentato tre spot, tra i quali quello con Bob Dylan per lanciare il nuovo modello della Chrysler 200: una pubblicità che fa leva sul sentimento patriottico americano. Il grande musicista ci dice: “Lasciamo i tedeschi fare la vostra birra, gli svizzeri fare i vostri orologi, gli asiatici assemblare i vostri telefonini, noi faremo le vostre automobili”.

 

Il deodorante Axe (“Make Love, Not War”) presenta una serie di scene di guerra con militari che invece di uccidere baciano una donna gettando a terra le armi:

 

Lo spot di Microsoft invece umanizza la tecnologia e mette in luce il progresso e i cambiamenti che ha permesso di fare.

 

Sulle note di “America, the Beautiful” cantata nelle lingue dei popoli che hanno fatto gli Stati Uniti gira lo spot della Coca Cola:

 


Like it? Share with your friends!

Commenta

Commenti

Patrizia Co

Graphic designer freelance dal 2009. Amante della zuppa Campbells, del guerrilla marketing e di troppe altre cose.