Sainsbury’s ritorna alla Londra Dickensiana per il suo spot di Natale 2019

Ci troviamo nella Londra Dickensiana del 1869, l'anno in cui John James e Mary Ann Sainsbury aprirono il loro primo negozio a Drury Lane a Holborn lo spot racconta la storia di un' piccolo  spazzacamino orfano di nome Nicholas che si mette nei guai mentre passa accanto alla bancarella della frutti di Sainsbury per strada il finale è magico.1 min


ascolta l'articolo!

Uno degli spot natalizi più amati di tutti i tempi è quello di Sainsbury del 2014, un salto di 100 anni nel passato per raccontare la storia del giorno di Natale del 1914, quando i soldati britannici e tedeschi alla viglia di natale emersero dalle trincee della prima guerra mondiale per scambiare regali e giocare a calcio.

Cinque anni dopo, il supermercato britannico torna ancora più indietro nel tempo, per celebrare un altro anniversario. Ci troviamo nella Londra Dickensiana del 1869, l’anno in cui John James e Mary Ann Sainsbury aprirono il loro primo negozio a Drury Lane a Holborn.

Lo spot, di Wieden + Kennedy London e diretto del regista Ninian Doff, racconta la storia di un piccolo  spazzacamino orfano di nome Nicholas che si mette nei guai mentre passa accanto alla bancarella di frutti di Sainsbury per strada.

Pur non avendo un impatto emotivo come l’opera “1914”, il nuovo spot è realizzato in modo splendido per catturare il periodo storico, e le atmosfere dei romanzi di Charles Dickens con alcuni tocchi moderni e divertenti (ad esempio, il cartello “zero Emissioni” sulla carrozza trainata dal cavallo) ed elementi fantastici.

Lo spot fa parte delle celebrazioni per i 150 anni del marchio.

“È stato un anno speciale per Sainsbury’s e abbiamo ritenuto opportuno che la nostra pubblicità natalizia guardasse indietro e celebrasse il ruolo che abbiamo svolto nel Natale negli ultimi 150 anni”, afferma Laura Boothby, responsabile del marketing televisivo presso Sainsbury’s. “Abbiamo sempre contribuito a dare un po ‘di brillantezza al Natale di tutti, sia attraverso il delizioso tacchino, i cavoletti di Bruxelles e anche le clementine esotiche”.

 


Like it? Share with your friends!

Commenta

Commenti

Marco lombardo è il fondatore di robadagarafici.net Si occupa di aiutare i marchi a crescere. Crea identità memorabili grazie a strategie che ne rafforzano l'identità. marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net