A natale siamo tutti più grafici… ehm… buoni!

Non c’è storia… con l’arrivo del periodo natalizio, tutti (ma proprio tutti, anche il più verde dei Grinch) diventano più buoni.

E tutta questa strabordante bontà si trasforma (secondo un complesso algoritmo) in una impellente necessità di grafica.

Ecco che, magicamente, tra il 15 e il 24 (grossomodo) dicembre, ogni anno, c’è la corsa al grafico.

Tutti, dalla Microsoft alla Fiat, passando per il macellaio sotto casa, in questo periodo, non possono fare a meno di ricorrere ad esprimere tutta la loro bontà tramite segni grafici.

Dall’alto della mia esperienza posso darvi un consiglio (categorico e impegnativo per tutti):

non fatevi sorprendere impreparati!

L’inesperienza potrebbe suggerirvi di non preoccuparvi durante l’intero anno, ci penserete a dicembre.

Errore fatale!

Bisogna infatti non farsi sorprendere dal Natale ma, al contrario, iniziare a pensarci quando ancora il cocente sole ferragostano scalda le nostre esili e fragili ossa da grafico.

Condizione questa sine qua non (minchia quanto son colto), per non cadere nella banalità nel periodo natalizio.

Ora, tutto ciò premesso, l’altra condizione necessaria per fare un buon lavoro è immergersi completamente (come un bimbo nella fonte battesimale) nel clima natalizio.

Io, ad esempio, dopo averci lavorato per tutto l’anno, arrivato il periodo natalizio (con relative richieste di grafica), ho seguito la mia esperienza e mi sono immerso (come poc’anzi detto) in clima natalizio.

Ho indossato il costume bianco e rosso barbuto del panzone, accesso una decina di candele rosse (questo fa anche molto porno… ma questa è un altra storia), messo ramoscelli di pino addobbati su tutta la scrivania, acceso il CD di Michael Bublé, svuotato completamente l’estintore nella stanza (dovevo pur creare l’effetto neve, noh?) e mi son messo al lavoro.

Solo grazie a queste accorte e scrupolose tecniche sono riuscito, (mai come quest’anno) a creare un lavoro assolutamente privo di banalità, originale e di sicuro impatto.

Ora, conscio del rischio che corro nel mettere al pubblico ludibrio il mio lavoro.

Sapendo che più di qualche furbone farà sua questa perla di sintesi e significato, ho deciso di condividere con tutto il pubblico di internet il mio lavoro grafico di natale, così da farvi capire l’importanza della preparazione!

 

È con malcelato orgoglio che vi presento il mio lavoro di natale:

12404535_10208424061267394_2111356457_n

Commenta

Commenti