Fine anno.
Tempo di bilanci.

Da quando ho iniziato a fare questo lavoro, ho sempre evitato accuratamente di fare bilanci.
Si, insomma, è come chiedere ad un macellaio di mettere in fila tutti i manzi con cui ha avuto a che fare nel corso dell’anno, analizzando quali migliori tagli di quarto di bue è riuscito a fare. Ciò premesso, certo è che con l’anno nuovo alle porte, ogni buon professionista, dovrebbe fare principalmente 3 cose:

1. il resoconto dell’anno che si sta concludendo,2. porsi dei buoni propositi per l’anno in arrivo,3. ubriacarsi come uno scaricatore di porto umbro il 31 dicembre.

Ora, scartando il punto 1 per i motivi suddetti, scartando il punto 3 (perché a casa mia hanno nascosto tutti i superalcolici… solo per evitare scandali come in passato.……maledetti!!!), ho deciso (basandomi sulla mia lunga esperienza di grafico autodidatta) di concentrarmi su 10 (dico DIECI) buoni propositi per il 2016.

Ve li declino qui di seguito, sperando che molti di voi mi seguano su questa strada lastricata di buone intenzioni.

BUONI PROPOSITI 2016

1. Evitare di prendere ispirazione per i miei lavori da Google immagini, Instagram, Topolino, la Settimana Enigmistica, Cronaca Vera, il bollettino parrocchiale.

2. Cercare di non usare Helvetica per tutti i miei lavori, solo per paura di essere criticato dai miei colleghi se uso un font diverso da Helvetica.

 3. Cercare di usare Comic Sans in almeno un lavoro, senza paura di essere criticato dai miei colleghi per aver usato Comic Sans.

4. Evitare di usare una foto di cacca di cane come livello di fondo nei lavori per quel cliente che tanto mi sta sulle palle.

5. Capire perché la moda delle gif animate resuscita periodicamente con più costanza del bambin Gesù.

6. Evitare di usare termini come naming, claim, brief, copy, deadline, così alla cazzo solo per farmi grosso con gli amici (e mi impegnerò a capire il significato di almeno uno).

7. Evitare, ogni volta che cerco qualche risorsa su internet, di finire inesorabilmente su youporn.

8. Quando finisco su yuoporn uscirne dopo non oltre 45 minuti.

9. Evitare di approcciarsi alle ragazze esordendo con: sai io sono un creativo! Sono stato io a creare il logo del macellaio “il paradiso della salsiccia” di Marano Vicentino (che tanto non funziona).

10. Non fare più buoni propositi per il nuovo anno.

Attingete pure a mani basse dai miei buoni propositi e siate affamati, siate folli, perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero!

P.s.: 11. non usare citazioni alla cazzo facendo finta che siano frasi mie che poi a seguire queste citazioni si rischia di morire pazzi e affamati!

Commenta

Commenti