fbpx
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeNewsBrandsEvoluzione Iconica: la storia del marchio AMAZON

Evoluzione Iconica: la storia del marchio AMAZON

-

ascolta l'articolo!

L’evoluzione del logo Amazon rappresenta un interessante viaggio attraverso la storia e l’espansione di uno dei giganti del commercio elettronico mondiale.

Fondato nel 1994 a Seattle, inizialmente si chiamava “Cadabra”, un nome presto scartato per la sua somiglianza fonetica con la parola “cadavere” (cadaver in inglese). Il marchio ha iniziato il suo percorso come libreria online, generando profitti superiori a $20.000 a settimana nei primi due mesi di attività.

Il logo originale di Amazon, creato alla nascita dell’azienda, era semplice e diretto, con un aspetto decisamente differente rispetto all’attuale. Negli anni, il logo ha subito diverse modifiche, riflettendo l’evoluzione e l’espansione dell’azienda da una libreria online a un colosso che vende praticamente di tutto.

Il nome “Amazon” è stato scelto per la sua associazione con il fiume più grande del mondo, simboleggiando l’ambizione di Bezos di trasformare il suo marchio nella più grande libreria mondiale. Il logo di Amazon, sin dalla sua creazione nel 1995, è stato un elemento chiave della sua identità di marca.

Nel 1995, l’agenzia Turner Duckworth creò il primo logo di Amazon, caratterizzato da una ‘A’ in grassetto e maiuscolo con una linea curva che evocava i contorni del fiume Amazzonia.

Questo logo simbolico subì il suo primo restyling nel 1997, introducendo texture in movimento che ricordavano le strisce di una zebra, intendendo simboleggiare che tutti i cammini conducono ad Amazon.

Il 1998 fu un anno di rapidi cambiamenti, con Amazon che presentò tre diversi redesign del suo logo in solo un anno, culminando in un simbolo che ci avvicina alla versione attuale. Queste modifiche includevano il passaggio alla denominazione “amazon.com” in minuscolo, l’introduzione di una nuova palette di colori e, infine, una linea dorata leggermente arquata sotto il nome.

Nel 2000, il logo subì la trasformazione più significativa, con l’introduzione del famoso “smile” che va dalla ‘a’ alla ‘z’, simboleggiando la vasta gamma di prodotti offerti da Amazon e l’intento di rendere felici i suoi clienti. Dietro al sorriso che conosciamo tutti c’è Anthony Biles, un giovane designer che all’epoca lavorava per la Turner Duckworth a San Francisco. Era il 1999 e Amazon stava rivoluzionando il mondo del commercio librario, offrendo più scelta, prezzi più bassi e una comodità mai vista prima.

Biles voleva creare un logo che rispecchiasse questa felicità che Amazon stava portando nelle case delle persone. Prendendo ispirazione dal detto di suo padre orologiaio, “un buon orologio è un orologio che sorride”, trasformò la semplice linea sottolineata del logo precedente in un sorriso. Un sorriso non è solo un’espressione di gioia, ma anche un simbolo universale riconosciuto da tutti come spiegano anche Steven Heller e Gail Anderson nel libro The Logo Design Idea Book, la rotondità e la fluidità, con la freccia verso l’alto che spinge la “z” suggeriscono “un sorriso che simboleggia la soddisfazione umana dell’esperienza del consumatore.” ogni volta che ricevi un pacco da Amazon.

Ecco perché la scelta di Biles si è rivelata così vincente: il logo di Amazon si distingueva da tutti gli altri, radicandosi nella promessa del brand e non solo nel servizio offerto. Ma il sorriso non era abbastanza. Come spiega nel suo blog, per rendere il logo unico, Biles aggiunse una sola fossetta e lo disegnò a forma di punta di freccia, unendo il concetto di felicità a quello di consegna. Infine, accorciò la linea che al inizio puntava al punto di “.com” e la fece puntare dalla A alla Z, sottolineando l’ambizione di Amazon di vendere qualsiasi cosa, “dalle batterie AA alle zip”.

Leggi anche: 120 Loghi ingegnosi che Ispirano

Da un punto di vista commerciale, il nuovo logo non era un cambiamento radicale rispetto al precedente, ma si integrava perfettamente negli spazi online e sulle scatole di Amazon, donando personalità a un design che prima era anonimo.

La decisione di utilizzare il sorriso giallo da solo sulle scatole di spedizione si è rivelata un potente strumento di marketing, migliorando il riconoscimento e il valore del marchio.

 

Nel 2021, Amazon ha introdotto una nuova versione del logo per la sua app mobile, che ha suscitato polemiche per la sua somiglianza con Adolf Hitler, portando a una rapida revisione. Nonostante le controversie, il logo di Amazon rimane uno dei più riconoscibili al mondo, simbolo di affidabilità e amicizia, grazie alla sua capacità di evocare un volto sorridente.

 

L’icona di Amazon

L’icona di Amazon si distingue come uno dei simboli grafici più riconoscibili al mondo, costruito attorno a due elementi semplici ma espressivi: una lettera “A” minuscola delineata con linee nere e una freccia arcuata sotto di essa, che ricorda un sorriso.

Non solo il pacco Amazon porta con sé “il sorriso”, amplificandone il valore del marchio e il riconoscimento ma anche tutte le applicazioni sono in brand, Inoltre, il programma Amazon Smile dona una percentuale degli acquisti effettuati all’organizzazione benefica scelta dal cliente, dimostrando come il gigante dell’e-commerce abbia integrato la strategia di branding e di tutto il suo ecosistema attorno al suo design del logo.

I colori del brand

Amazon, come brand, utilizza diverse combinazioni di colori a seconda dello scopo. In questo articolo, ci concentreremo solo sui colori del logo principale. Il design del logo, codificato in HEX e RGB, presenta due colori principali: giallo Gommagutta (#FF9900) e nero (#000000).

colori logo amazon schema colori amazon.com

Se ti stai chiedendo se il Gommagutta è un colore reale, la risposta è sì gli altri nomi di questo giallo arancio è Gamboge, Gamboge yellow, conosciuto anche come rattan o wisteria yellow, o drop gum. Il gamboge è un giallo solare, o potremmo definirlo giallo-arancio (cioè un giallo con una sfumatura di arancione che crea un giallo caldo).

Un altro fatto interessante sulla combinazione del colore del logo di Amazon è la sua unicità. Spesso, quando vediamo questa combinazione di colori, pensiamo immediatamente al marchio “Amazon”.

Carattere tipografico equilibrato

Amazon utilizza un carattere molto valido in bold, una versione modificata di Officina Sans Bold di Eric Spiekermann. Evita di cadere in un tono troppo professionale e serioso o troppo informale, creando invece il perfetto equilibrio per un negozio online. Questa scelta tipografica permette all’azienda di mostrare la propria personalità rimanendo al passo con le tendenze attuali.

L’icona di Amazon rimane uno dei simboli grafici più riconoscibili al mondo, un testamento alla strategia di branding dell’azienda che enfatizza affidabilità, amicizia e soddisfazione del cliente. Ogni pacchetto Amazon che arriva alla porta di casa porta con sé il famoso logo, amplificando il valore del marchio.

Commenta

Commenti

Lombardo Marco
Lombardo Marcohttp://wiredlayer.com
Marco lombardo è il fondatore di robadagrafici.net Si occupa di aiutare i marchi a crescere. Crea identità memorabili grazie a strategie che ne rafforzano l'identità. marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net
- Advertisment -