64
126 shares, 64 points

Cosa sapere e come comportarsi a un colloquio di lavoro per creativi

Contrariamente a ciò che si pensa, i colloqui per designers sono molto complessi soprattutto se di fronte abbiamo un HR manager e un designer senior con milioni di conoscenze e competenze. Bisogna quindi andare per gradi per comprendere 'cosa fare, cosa sapere e come comportarci ad un colloquio per creativi'.

STEP 1: LA FELICITÁ

Gioia. Finalmente qualcuno vi ha contattato per il vostro talento o semplicemente per il vostro know how, in ogni caso a qualche azienda o agenzia interessate come professionisti (o quasi) e di questo dovete solo esserne fieri.

STEP 2: INFORMAZIONI SULL’AZIENDA

Chi vi ha contattato avrà sicuramente una pagina FB, social o un sito web aziendale, qualcosa da cui carpire informazioni importanti da poter proporre in modo brillante durante il colloquio, per mia modesta esperienza circa l’85% degli intervistatori vi chiederà se vi siete informati sul prodotto o il servizio che offre, quindi studiate bene.

STEP 3: ESAMINARE LA JOB DESCRIPTION

Bisogna comprendere in modo meticoloso l’annuncio di lavoro così da ipotizzare le possibili aspettative. Prendiamo un esempio,
  1. Collaborazione alla definizione della strategia di comunicazione digitale in linea con la Brand Identity aziendale; (Lavorerete in TEAM o con un supervisore con cui dovrete collaborare per creare adeguate strategie)
  2. Definizione e implementazione della grafica e del layout dei progetti web e social (Bisogna che abbiate anche conoscenze basilari di CMS, HTML e social media marketing)
  3. Analisi del brief e apporto creativo ai contenuti richiesti nel rispetto dei limiti di budget e timing; (Dovrete essere multitasking e capaci di rispondere nell’immediato alle esigenze aziendali)
  4. Realizzazione grafica di progetti creativi di comunicazione integrata (Dovrete avere conoscenza approfondita dei programmi di GRAFICA)

Ora guardiamo i requisiti:

Il/La candidato/a ideale:

- Ha maturato un'esperienza di almeno cinque anni (FIGURA SENIOR o quasi)
- Possiede un'ottima gestione del tempo e ha ottime capacità relazionali e di problem solving;
  (Ritorniamo al punto 3)
- capacità di gestire e lavorare su più progetti contemporaneamente (Multitasking punto 3)
- ottima conoscenza dei sistemi operativi Microsoft Windows/Mac OS (Punto 4)
- ottima conoscenza della Suite Adobe (Photoshop, Illustrator, Indesign e chi ne ha più ne metta).
- creativo, proattivo, flessibile (punto 3)

STEP 4: STUDIARE LE BASI DELLA GRAFICA E/O DEL WEB

Non vi sorprendete di ricevere domande sulla storia o sugli elementi base della grafica come:

COSA SIGNIFICA SERIF E NON SERIF?

FAMMI UN ESEMPIO DI UN FONT NON SERIF?

QUANDO E’ NATO IL FUTURA E PERCHE’ è così importante?

PS. Potrebbero essere domande 'banali' o complesse, quindi STUDIATE!
 

STEP 5: PREPARAZIONE ALLE DOMANDE PER CREATIVI

Mi raccomando fate una ricerca sulle domande più comuni ai colloqui.

Intanto ecco qualche indicazione:

3 DIFETTI e 3 PREGI,

È un classico, ovviamente dovrete studiare bene la risposta in modo tale che anche i difetti appaiano PREGI (es. sono un tipo testardo = faccio di tutto per raggiungere i miei scopi = tenace nel lavoro.)

 

PARLI DI LEI,

Dovrete raccontare un po’ il vostro percorso scolastico e lavorativo, mi raccomando mai entrare nei dettagli di dissapori verso supervisori o capi, mostratevi propositivi e con tanta voglia di fare.

 

COME AVVIENE IL SUO ITER PROGETTUALE?

Questa domanda dovrete assolutamente studiarla, le aziende medio-grandi hanno modus operandi specialistici per cui informatevi sui processi progettuali aziendali più comuni.
(Es. analizzo A, utilizzo B, discuto C, progetto D);

Spero di avere aiutato chi come me non sa cosa fare per prepararsi a un colloquio, se avete altre dritte, fatecele sapere!


Like it? Share with your friends!

64
126 shares, 64 points

Commenta

Commenti

Raffaella Di Natale
Adottata dalla grafica e sposata con il web. Appassionata di design fin dalla culla. A 5 anni disegnava i suoi mondi ovunque, anche sulle pareti. Le piace passeggiare, viaggiare ed conoscere culture differenti, adora i musei d'arte e l'arte dei musei. Si innamora facilmente dei propri progetti con la stessa facilità con cui beve caffè. Ama creare e fantasticare su ogni cosa e immagina un giorno di trovare il filo conduttore che lega tutte le cose...nihil est sine de_signo