martedì, Luglio 5, 2022
HomeMagazineAnti-smartphone // la Coca Cola e la coesione sociale

Anti-smartphone // la Coca Cola e la coesione sociale

-

Ormai gli smartphone hanno un ruolo importante nelle nostre vite. Ognuno ne critica l’uso spropositato ma nessuno ne fa a meno.

È sempre più difficile incrociare lo sguardo di qualcuno

Camminando per strada non siamo più in posizione eretta ma siamo piegati picchiettando sullo schermo perchè i tasti non esistono più. Ormai i tasti sono roba out! Vediamo bambini che guardano cartoni animati dagli smartphone e genitori che si rilassano smanettando su Facebook. Se vai in bagno non ti porti più il giornale ma il telefono: c’è chi leggeva grazie alla pausa bagno, adesso gioca a Candy Crush. Quando si va in un ristorante non si pensa più a chiacchierare e a degustare le pietanze: si fotografano! Ho visto quel maledetto smartphone anche sul cruscotto durante la guida, non ci si può perdere mica una puntata di Dragon Ball solo perchè bisogna guidare! La si guarda in streaming! Libri di ricette? Ma dove!!! Mentre si impasta la farina lo smartphone è poggiato mezzo infarinato da qualche parte! Tra l’altro mentre si fa un discorso è chiaro che almeno dodicimila volte si cerca su internet qualcosa che non ci si ricordava, dimenticando anche  che abbiamo una roba strana dentro il cranio chiamato “cervello” che potrebbe essere usato per “ricordare”.

Da quanto tempo che non osservate le stelle?

Con mia sorella e mio cugino, mentre i nostri genitori erano attaccati alla tv a guardare il telegiornale e a commentare le notizie, per passare la serata ci mettevamo fuori a chiacchierare guardando le stelle: quand’è stata l’ultima volta che avete osservato il cielo? Perchè, secondo voi, non ci sono più avvistamenti UFO? Chiaro, perchè nessuno guarda più in alto! 😛 Chi di voi, da piccolo, è rimasto a guardare le nuvole con qualcuno, cercando di individuare le varie forme? (È un coniglio girato, è un serpente allungato, è una rana ammalata, è un orango! È un cucchiaio storto!). Ora non si fa più. I ragazzini sono piegati sempre a guardare qualcosa sui telefoni e non solo loro. È questo che mi spaventa!

 

Leggono anche le capre.

Questa è  la parte positiva, il rovescio della medaglia. Forse non ci rendiamo conto ma prima degli smartphone c’era gente che non leggeva e non scriveva MAI! Parlo di quelle persone che vedono i libri come sostegni o rialzi e i computer come mostri. Adesso questa gente finalmente naviga, si informa (sui pettegolezzi ma potrebbe anche accadere d’incontrare qualche articolo condiviso da terzi) quindi  leggono e scrivono! Come si fa a non commentare lo status del tuo migliore amico? Come fai a dire a quella ragazza che è una gran figa? Come fai a non dare le congratulazioni per una nascita o per un matrimonio?

Ma torniamo a noi. Siamo dinanzi ad una nuova specie di essere umano iper-connesso, iper-social ma paradossalmente incapace di una vera socialità fuori dal web? È così? Oppure stiamo esagerando? Conosciamo i limiti dell’integrazione tramite connessione? Riusciamo a capire davvero la differenza che passa tra social e sociale ?

In qualsiasi caso la Coca Cola  ci richiama all’unione, alla socializzazione REALE e non virtuale.

 

 

Fatemi sapere cosa ne pensate sull’argomento, ho in mente di scriverci un altro articolo molto ma molto divertente!

 

 

 

Commenta

Commenti

Patrizia Co
Patrizia Co
Graphic designer freelance dal 2009. Amante della zuppa Campbells, del guerrilla marketing e di troppe altre cose.