5 regole per designer per essere visibile sul web

3 min


50
384 shares, 50 points

Da una ricerca pubblicata da We are Social nel gennaio 2016, si legge come siano in forte crescita l’utilizzo del web e dei social a livello nazionale e internazionale.

IN ITALIA:

“Nella penisola si contano oltre 37 milioni di utenti attivi su internet, con un aumento del 6% rispetto all’anno precedente. Sono invece 28 milioni le persone attive sui social media.” 28 milioni. Tralasciando che una buona parte siano ragazzini, un altra quarantenni in piena crisi di mezza età e altri haters di Francesco Sole, esaminiamo la metà.

14 milioni di possibili clienti per un designer freelance.

Mi sembra inutile dover ribadire a questo punto quanto sia importante per un grafico, un web designer o un visual essere sul web e sui social.

1.Il portfolio su Behance

Behance-landing-page-screenshot

Se siete dei professionisti avete bisogno di un vostro sito personale dove poter rendere visibili tutti i vostri lavori così chi é interessato può reperirvi senza problemi attraverso un form o con i vostri contatti social ed email ben evidenti.

Se non siete capaci di realizzare un sito o non avete budget sufficiente per poterlo neanche immaginare, potete usufruire della più grande invenzione di Adobe, (dopo Photoshop), il social dei creativi, Behance.

Behance permette di inserire i propri lavori e di seguire i progetti di agenzie e creativi di tutto il mondo. Se siete su behance sarete visibili a livello mondiale e Google proporrà a chi vi ricerca l’immagine professionale di cui avrete bisogno. Inoltre siti famosi di trend e inspirazione come Graphic Design Junction utilizzano spesso lavori di creativi di Behance, quindi se siete davvero bravi potreste ritrovare il vostro nome anche in un articolo.

2. Il social dei professionisti: Linkedin

linkedin-screenshot-01

Dopo aver lavorato su Behance e aver inserito almeno 4-5 dei nostri migliori lavori, continuiamo lo sviluppo della nostra web reputation.

Behance è per i creativi, Linkedin è per tutti i professionisti. Un social del tutto particolare che ti permette di conoscere specialisti di ogni settore, inoltre ci sono numerose aziende che hanno un profilo linkedin con cui é possibile comunicare, inviare info dei propri lavori, proporre progetti, insomma possibili clienti.

La cosa consigliabile é comunque condividere anche informazioni professionali su gruppi e interagire anche con gli altri. L’aspetto interessante di linkedin sono ‘le competenze’ cioè un altro utente può confermare delle competenze che io ho inserito nel mio profilo come potrebbero essere: grafica, web, social, ecc.

3. Il social piú famoso:Facebook

NewFacebook

Un professionista DEVE avere la propria pagina FB su cui condivedere i propri lavori, articoli, eventi del settore. Ma non solo. L’immagine é sovrana su fb. Realizzate dei testi da far invidia a Camilleri ma utilizzate immagini in bassa o addirittura ‘brutte’?

Nessuno cliccherá mi piace, wow ecc, sarete semplicemente ignorati.

Immagini forti con testi altrettanto attinenti possono portare nuovi follower e quindi nuovi possibili contatti.

Le sponsorizzazioni per un grafico non devono essere per forza un tabù, pensate che ultimamente mi é capitato di vedere molti annunci di lavori per creativi sponsorizzati dalle agenzie. Campagne per click sul sito o addirittura dei bellissimi Canvas con una presentazione professionale potrebbero essere un idea.

4.Twitter, la potenza degli hashtag

Twitter-screenshot-new-profileIl social hashtag friendly é sicuramente Twitter.

Avete mai provato a pubblicar il post di un blog e ad inserire hashtag appropriati all’argomento trattato? Aumentano verosimilmente le visualizzazioni. Per destare maggiore interesse sempre per il principio “l’immagine é tutto”, Twitter ha integrato anche la possibilità di inserire nel proprio tweet delle gif già preimpostate. Inutile dire che le adoro. Un po’ kitsch ma tanto efficaci.

In sintesi i social hanno invaso la nostra vita personale e noi non dobbiamo far altro che utilizzarli al meglio, per i nostri fini professionali.

Salva


Like it? Share with your friends!

50
384 shares, 50 points

Commenta

Commenti

Raffaella Di Natale
Adottata dalla grafica e sposata con il web. Appassionata di design fin dalla culla. A 5 anni disegnava i suoi mondi ovunque, anche sulle pareti. Le piace passeggiare, viaggiare ed conoscere culture differenti, adora i musei d'arte e l'arte dei musei. Si innamora facilmente dei propri progetti con la stessa facilità con cui beve caffè. Ama creare e fantasticare su ogni cosa e immagina un giorno di trovare il filo conduttore che lega tutte le cose...nihil est sine de_signo