Studentessa d’arte riceve 300 peni su Tinder e li trasforma in un’opera

2 min


La maggior parte delle donne che frequentano i social hanno spesso avuto a che fare con questo tipo di molestia sessuale, ovvero la ricezione in chat di foto di peni, fenomeno chiamato “dick Pic”, e, nei siti di appuntamenti online, sembra quasi normale ricevere la foto di un pene non richiesto prima di un ciao.

Una studentessa di 21 anni laureata presso l’università di Northampton ha deciso di ribaltare totalmente la situazione, se questi uomini sono cosi decisi a mostrare le loro “beltà” a tutti perché non trasformare quei peni in opere d’arte per esser ammirati?

Francesca Harris ha quindi modificato la sua biografia di Tinder  indicando che stava raccogliendo foto di genitali maschili per il suo progetto intitolato “L’uomo maschio moderno”, avvertendo quindi gli uomini in cosa stavano per essere coinvolti.

La studentessa iniziava tutte le conversazioni con la frase “DICK PIC?” E le risposte che arrivate erano delle più diverse e alcune inaspettate:

più di un terzo dei 600 profili a cui Francesca si è collegata ha chiesto se avrebbero ricevuto qualcosa in cambio, come ad esempio la sua foto nuda. Molti si sono vantati dicendo che i loro peni erano troppo grandi per la sua tela da 20 metri.

in totale ha raccolto un 300 foto di genitali per poi restringere il numero a 140 soggetti da dipingere.

nel processo Francesca ha rivelato che alcune risposte erano davvero bizzarre, qualcuno le ha addirittura chiesto di versare del curry sul suo pene.

La sfida è stata davvero ardua tanto che anche il suo telefono a un certo punto cominciava a crashare per le troppe notifiche!

Tuttavia, ha notato anche che non tutti hanno rispettato la sua richiesta, il che è stato confortante per lei.

Francesca Harris ha anche dichiarato a Metro.co.uk, che l’ha intervistata dopo l’esposizione di questa bizzarra opera, che ha avuto non poche difficoltà a dipingere peni che erano, come dire,  non convenzionali o troppo pieni di vene, insomma alla fine non erano tutti cosi uguali come si pensa.

Le sue opere sono state esposte lo scorso mese alla University of Northampton’s Degree Show e hanno ricevuto varie reazioni da diversi gruppi di persone. Secondo l’artista, gli uomini erano molto più a disagio nel confrontarsi col  progetto rispetto alle spettatorici femminili.

“Spero che  attraverso il mio progetto gli uomini ci pensino due volte prima di inviare delle foto non richieste”. Il progetto Modern Male di X-rated è stato anche mostrato all’Old Truman Brewery dal 5 all’8 luglio.

Visualizza in anteprima i dipinti e segui Francesca Harris su Instagram

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Exhibiting at Free Range until Tuesday, couldn’t be happier with the reactions! #painting #blackandwhite #art #dicksquad #manet #olympia #theperfectmodel

Un post condiviso da Francesca Harris (@francescah_art) in data:


Like it? Share with your friends!

Commenta

Commenti

Marco lombardo è il fondatore di robadagarafici.net Si occupa di aiutare i marchi a crescere. Crea identità memorabili grazie a strategie che ne rafforzano l'identità. marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net