28
380 shares, 28 points

La Alliance for Open Media, ovvero il gruppo di cui fanno parte anche Google, Mozilla, Nvidia, AMD, Netflix, Microsoft e tante altre grandi aziende, sta sviluppando un nuovo formato il cui obiettivo è sostituire definitivamente il JPEG e già capace (a quanto pare) di una resa superiore al 15% rispetto al nuovo HEIC di Apple.
L’intento, ovviamente, è quello di ridurre le dimensioni del 50% rispetto al JPEG, ma non solo, perché tra le principali esigenze c’è quella di gestire al meglio elementi grafici come testi e loghi e di elaborare meglio a spettro ben più ampio le cromie. In aggiunta c’è l’esigenza di saper gestire panoramiche, live photo, scatti continui e scene 3D.

Il punto di partenza è la tecnologia di compressione video AV1, da cui deriva il formato fotografico su cui si sta lavorando, soprattutto perché non è soggetto a licenze di brevetto.

Il panorama si prospetta molto allettante, soprattutto per Netflix, Amazon, Hulu, Facebook e tutte le diverse piattaforme di streaming. Inoltre, mentre HEIC richiede investimenti di licenza lasciando perplessi i colossi dell’hardware, il prototipo di Open Media può confidare nel supporto da parte di Intel, Nvidia, AMD e ARM.

Se le cose dovessero procedere in questa direzione, ben presto dovremo dire addio al tanto criticato JPEG.. siete pronti?


Like it? Share with your friends!

28
380 shares, 28 points

Commenta

Commenti

Loredana Guercia
Communication strategist, web content & brand storyteller, Coordinatrice articoli per robadagrafici.net, Curiosa per natura.