Ma basta cugginimmerda che iMPestate il web con i vostri pseudo siti. E casomai ve ne vantate pure!

Ciao bastardI! O dovrei dire “Arrr bastAARRdi”? Come state? Il vostro Bastardo Grafico è stato in clinica per disintossicarsi da tutta la robaccia che è stato costretto a guardare. Ma ora è tornato, solo per voi! Che dire di questo sito? (clicca…. se hai coraggio, clicca… dai, clicca!) Che è brutto? Macchè, non offendiamo la categoria dei siti brutti, sono comunque fatti meglio! Mi viene da pensare che il web-cugin-master ce l’aveva in realtà col proprietario della pizzeria, e per punirlo, abbia deciso di realizzare un sito veramente brutterrimo. Il Courier usato come font per il menù è un cazzotto in un occhio. Per non parlare del tocco di finesse del menu scritto in maiuscolo, che è un obbbbbrobrio. Ma poi vedi che non ci va? Ma sforzati!

ugo-2

Così come l’escamotage di fare le versioni “in lingua” del sito direttamente su Google traduttore. Ma ci rendiamo conto? Quasi quasi mi faccio prendere da un attacco di piratite acuta e sottopongo il cuggino a due o tre sani giri di chiglia, così si sciacqua il cervello.  Dopo di che mi faccio esplodere i bulbi oculari assieme al dito indice del uebbmaster, così, tanto per fare.

ugo-1

La madre di tutti i siti lunghi è qui, tra noi. E il fondo con tutti gli ingredienti scritti non aiuta. O meglio, aiuta sicuramente a sentirsi male.

Parafrasando un vecchio pirata veleggiante nel Mar dei Biscioni chiudiamo così: “vomitate gente. vomitate”.

A presto.

Commenta

Commenti

Titolare di uno studio grafico per oltre dieci anni, ho lavorato - tra gli altri - per marchi come Miss Sixty, Richlu, Energie, Murphy & Nye occupandomi della post-produzione dei loro cataloghi. Ho esperienza pluriennale in creazione loghi, campagne pubblicitarie, impaginazione, realizzazione siti web, animazioni, web-gaming. Attualmente mi occupo di impaginazione per una casa editrice a livello nazionale.