Photoshop.

Vorrei parlarvi di photoshop!

Si, insomma, ogni grafico che si rispetti (anche che non si rispetti a ben pensarci), parte affascinato dal mondo dell’immagine.

E per chiunque muova i primi passi nel mondo della grafica, immagine fa rima con photoshop!

L’idea di poter modificare magicamente le foto, trasformando volti incartapecoriti in volti di giovani imberbi ci pone direttamente in linea con Dio!

E così io, come tanti altri, iniziai proprio da photoshop.

Ricordo che ero assolutamente autodidatta.

Ricordo che ero in età tardo adolescenziale.

Ora fate 2+2….

Cosa può scaturire dalla mente (mente è una parola esageratamente ottimistica) di un maschio in età tardo adolescenziale che si appassiona a photoshop?

Immaginate uno squadrone di ormoni maschili della morte equadoregno che si appropriano della mente offuscata di un aspirante grafico davanti a photoshop!

Potevo iniziare modificando teneri bimbi boccolosi rendendoli più paffuti del reale.

Potevo iniziare togliendo qualche scarno alberello da un paesaggio di alto montagna.

Potevo iniziare aggiungendo qualche barca a vela in un bel mare calmo estivo.

Potevo… o meglio, avrei potuto!

Avrei potuto se solo lo squadrone ormonale che girava dentro me, alla vista di photoshop, non si fosse seccato un caraffone di aperol spritz brindando alla possibilità di vedere donne nude!

Finalmente una rivincita su quei maledetti occhiali che promettevano di vedere attraverso i vestiti comprati su postalmarket!

Ecco che quindi i miei primi mesi di photoshop sono stati all’insegna di interminabili ore a cercare di togliere costumini striminziti da strepitose modelle in foto.

Certo che però l’inesperienza non aiutava.

E le povere modelle dopo ore di photoshop, si trasformavano in delle Barbie assolutamente nude, ma altrettanto assolutamente asessuate che nemmeno gli occhiali di Postalmarket riuscivano a rendere minimamente sexy!

Adesso, a distanza di anni, i miei ormoni si sono messi l’anima in pace e passano le serate a leggersi trattati di filosofia. Con gli occhiali del Postalmarket.

featuring [sweet]

Commenta

Commenti