Potrà apparire una questione di lana caprina.

Ma, insomma, il lessico e la grammatica sono importanti.

D’accordo siamo grafici.

Duri e puri.

Ci intendiamo di fotoritocco, di impaginazione, di vettoriali e di ogni diavoleria che ha a che fare con il mondo dell’immagine.

Quindi mica possiamo fare tutto noi.

Certo che il lessico e la grammatica restano comunque importanti.

Ora, noi grafici duri e puri, potremmo fregarcene del lessico e della grammatica.

Potremmo, certo.

Ma sotto la scorza da grafico, indurita da anni di ricerca immagini e impaginazione di flyer, batte un cuore sensibile anche al lessico.

Al lessico e alla grammatica.

Io, nel mio piccolo, da grafico autodidatta, diversi termini ho dovuto impararli col sudore della fronte.

Negli anni.

Ad esempio, all’inizio, se qualcuno mi parlava di FONT io andavo a prendere L’ACQU (questa è terribile e la capiranno in 2… forse).

Per me esistevano i CARATTERI non i FONT!

Ma poi, siccome il lessico e la grammatica sono importanti, arriva il momento in cui devi dare il nome alle cose.

E possibilmente il nome esatto.

Quindi ritornando sulla questione FONT, arriva il momento in cui ti chiedi: ma si dirà IL FONT o LA FONT?

Come dite? Sì certo, può apparire una questione di lana caprina.

Ma non lo è! Affatto!

Un semplice articolo sbagliato può cambiare tutto.

Pensateci bene.

Se è IL FONT, mangerà anche la crosta della pizza, adorerà il rutto libero e se improvvisamente sentite un odore sgradevole… sarà sicuramente stato lui!

Se è LA FONT, avrà un armadio pieno di scarpe, guarderà C’è posta per te, ci metterà almeno un oretta a prepararsi prima di uscire e non fatele parcheggiare la macchina.

Ma soprattuto, per noi grafici:

se è IL FONT meglio lasciarlo stare la sera che c’è Milan-Juventus.

Se è LA FONT inutile discutere tanto ha sempre ragione lei.

 

Commenta

Commenti