fbpx
giovedì, Aprile 25, 2024
HomeNewsBrandsIl Rebranding di Dribbble

Il Rebranding di Dribbble

-

ascolta l'articolo!

Dribbble, una delle principali piattaforme online per i creativi, ha recentemente attraversato una significativa trasformazione. Questo cambiamento non riguarda solo l’aspetto estetico, ma anche l’identità e la funzione di Dribbble nel mondo del design.

Una Storia di Evoluzione
Dribbble ha iniziato come un portale dove i designer potevano semplicemente pubblicare i loro lavori. Con il passare del tempo, è diventato una comunità dove i creativi possono connettersi, trovare opportunità di lavoro e continuare la loro formazione. Questa evoluzione ha reso necessario un rinnovamento nella sua identità visiva. Dopo 14 anni dalla sua fondazione, Dribbble ha introdotto un nuovo logo, accompagnato da una nuova palette di colori e un completo redesign della piattaforma.

Il Nuovo Logo: Una Rappresentazione della Comunità
Il nuovo logo di Dribbble è stato progettato per rappresentare la sua comunità energetica e diversificata. Questo cambiamento è stato realizzato dal team interno di design e segna un momento cruciale per Dribbble, che continua a evolversi per soddisfare le esigenze della sua crescente comunità.

Reazioni della Comunità al Rebranding di Dribbble

Il mondo del design è noto per la sua passione e il suo occhio critico, e quando una piattaforma tanto amata come Dribbble decide di rinnovarsi, è inevitabile che emergano forti opinioni. La comunità di Dribbble, composta da designer, creativi e appassionati di design, ha risposto in vari modi al recente rebranding.


Andrei S., per esempio, ha rappresentato una voce positiva nel coro. Ha espresso il suo apprezzamento sia per il vecchio che per il nuovo logo, sottolineando come, a differenza di molti rebranding in cui la nostalgia domina le reazioni, il cambiamento di Dribbble sia stato accolto favorevolmente. Questa risposta positiva riflette una parte della comunità che vede il cambiamento come un segno di crescita e maturità, riconoscendo che le aziende, come le persone, devono evolversi e adattarsi al cambiamento.


Ci sono state anche voci critiche, come quella di Keshav Grover. Ha sottolineato come il nuovo design sembri avere una mancanza di fluidità, con elementi del logo che sembrano disconnessi tra loro. Questa critica mette in luce una preoccupazione comune tra i designer: quella di perdere l’essenza originale di un marchio durante un rebranding. La sua menzione del “punto di rottura” nel logo evidenzia una sensazione di discontinuità che potrebbe allontanare alcuni utenti di lunga data.


Il video di Malewicz su YouTube ha acceso un dibattito sulla trasformazione di Dribbble. Molti critici hanno sottolineato come, nel gergo del settore, definire un lavoro come una “DRIBBLATA” significhi riconoscerne l’estetica accattivante ma, al contempo, sottolinearne l’inutilità o la mancanza di funzionalità. il video di Malewicz ha discusso dell’evoluzione di Dribbble da una piattaforma incentrata sul design a una che sembra più orientata alle  assunzioni. Questa percezione di un cambio di direzione ha sollevato domande sulla vera essenza di Dribbble e sul suo futuro ruolo nell’industria del design.

Il Significato Dietro il Cambiamento di Dribbble

Il rebranding, in qualsiasi settore, non è mai un processo superficiale.

Dribbble è nato come un luogo per i designer per mostrare il loro lavoro, ricevere feedback e connettersi con altri professionisti. Nel corso degli anni, ha guadagnato una reputazione come “la” piattaforma per i creativi. Tuttavia, come ogni entità in crescita, Dribbble ha sentito la necessità di adattarsi e evolversi in risposta alle mutevoli esigenze della sua comunità e alle tendenze del settore. La decisione di rinnovare la sua identità visiva è un riflesso di questa evoluzione.

Il nuovo logo e il redesign non sono solo un cambiamento estetico, ma rappresentano un rinnovato impegno di Dribbble verso la sua missione. Come menzionato nel loro annuncio, Dribbble desidera diventare “il luogo principale per assumere creativi in tutto il mondo”. Questo spostamento di focus, da una semplice piattaforma di portfolio a una piattaforma di assunzione e connessione, indica una maturazione nella visione di Dribbble.

Inoltre, il design del logo stesso ha il suo significato. Mentre il vecchio logo era amato e riconoscibile, il nuovo logo cerca di rappresentare la “comunità energetica e diversificata” di Dribbble. Questa scelta riflette un desiderio di essere inclusivi, moderni e al passo con i tempi.

Analisi del Nuovo Design di Dribbble

Il design, nella sua essenza, è una manifestazione tangibile di un’idea o di un’identità. Ma cosa ci dice esattamente questo nuovo design?

Iniziamo con il logo. Il vecchio logo di Dribbble era distintivo, con una pallina da basket che faceva un richiamo al nome stesso della piattaforma e alla sua origine come “luogo per mostrare i propri virtuosismi” dei designer. Era semplice, ma immediatamente riconoscibile. Il nuovo logo, pur mantenendo elementi del design originale, ha adottato una forma più stilizzata e moderna. La scelta di un carattere più pulito e la rimozione della pallina da basket indicano un desiderio di semplificazione e di focalizzazione sul core business di Dribbble: connettere i designer con opportunità e risorse.

Tuttavia, come ha sottolineato Keshav Grover, il nuovo logo presenta alcune scelte di design potenzialmente problematiche. La separazione tra “dri”, “bbb” e “le” può dare l’impressione di una mancanza di coesione, suggerendo che il logo potrebbe non essere stato completamente pensato in termini di leggibilità e fluidità. Questa critica mette in luce l’importanza di considerare ogni dettaglio in un logo, soprattutto quando rappresenta una piattaforma così prominente nel mondo del design. Il nuovo logo di Dribbble, basato sul font “ALKALINE”, ha suscitato perplessità. Molti ritengono che questa scelta tipografica non renda giustizia all’identità storica della piattaforma, rischiando di snaturarne l’essenza nel mondo del design.

Passando al redesign della piattaforma, Dribbble ha adottato un approccio più pulito e moderno. La nuova interfaccia utente è intuitiva, con una chiara divisione tra le sezioni “Learn”, “Showcase” e “Work”. Questa strutturazione riflette la nuova direzione di Dribbble, evidenziando la sua evoluzione da semplice piattaforma di portfolio a hub completo per la formazione, la presentazione e le opportunità di lavoro. Le scelte cromatiche, le animazioni e la tipografia sono state tutte aggiornate per creare un’esperienza utente più coinvolgente e contemporanea.

Un altro aspetto degno di nota è l’attenzione di Dribbble alla funzionalità. Con l’introduzione di nuove funzionalità come un motore di ricerca migliorato e l’accento sulla formazione e le opportunità di lavoro, è evidente che Dribbble sta cercando di offrire valore aggiunto ai suoi utenti, andando oltre la semplice presentazione di portfolio.

Sebbene ci siano state alcune critiche, è innegabile che la piattaforma stia cercando di adattarsi e rispondere alle esigenze in continua evoluzione della comunità del design. Come per qualsiasi redesign, ci vorrà del tempo per vedere come la comunità si adatta e abbraccierà questi cambiamenti.

Commenta

Commenti

Lombardo Marco
Lombardo Marcohttp://wiredlayer.com
Marco lombardo è il fondatore di robadagrafici.net Si occupa di aiutare i marchi a crescere. Crea identità memorabili grazie a strategie che ne rafforzano l'identità. marcolombardo@wiredlayer.com info@robadagrafici.net
- Advertisment -