Fotografare in guerra – il corso

2 min


Lavorare in aree di crisi e zone di guerra è diventato sempre più difficile ma anche più pericoloso. E andarci con una buona preparazione – tecnica , medica, pratica – è ormai fondamentale: perché non basta saper trovare le notizie o le storie giuste; bisogna poter tornare a casa, sani e salvi, per poterle raccontare. – Amedeo Ricucci, inviato TG1

guerra war training camp1

Ecco allora che arriva in Italia il primo War Reporting Training Camp, organizzato da Ugo Lucio Borga, fotoreporter di conflitti, Cristiano Tinazzi, giornalista di conflitti e Loredana Taglieri, fotografa: tre professionisti con alle spalle esperienze sul campo.
Il corso si terrà dal 22 al 26 Giugno ad Arvier, in provincia di Aosta e le iscrizioni, a numero chiuso, sono aperte fino al 15 di Maggio.

 

Da cosa nasce l’idea?

L’Ordine dei Giornalisti organizza periodicamente corsi di sicurezza per i reporter di guerra, tenuti dall’Esercito Italiano, che insegnano come comportarsi e sapersi muovere una volta trovatisi in una situazione di conflitto. Tuttavia i corsi sono accessibili solo agli iscritti all’Ordine, quindi Ugo Lucio Borga e Cristiano Tinazzi, dopo averlo frequentato, hanno deciso di condividere quanto appreso durante il corso e negli anni di esperienza sul campo, organizzando il War Reporting Training Camp, aperto a tutti.
Spesso sono i più giovani ad essere i più impreparati e soprattutto ora che i reporter sono diventati un obbiettivo militare, è bene che si arrivi in zone di guerra, con una preparazione adeguata.

guerra traing war reporting 4

Una preparazione più che valida

Con la collaborazione dello Stato Maggiore dell’Esercito e della Difesa, l’anno scorso si è tenuta la prima edizione che ebbe grande successo e riscontri molto positivi.
Il corso prevede lezioni teoriche e pratiche tra cui: Trauma Bellico, proposta da un medico dell’Esercito, Il sequestro, tenuta dalla Folgore ed Esplosivi, spiegati da un referente dell’Esercito. Nel programma figurano anche corsi di Primo Soccorso e Orientamento in diurna e in notturna.
Nell’ambito pratico, in collaborazione con un’associazione di soft air, saranno simulate situazioni di pericolo come l’attraversamento di un campo minato, la fuga e il checkpoint.
Insomma, si tratta di una preparazione coi fiocchi e contro fiocchi, tenuta da professionisti ed esperti del settore che hanno accumulato anni di esperienza sul campo. Non è di certo un corso che vi farà buttare soldi e tempo!

guerra war reporting 2

Il Training Camp è rivolto a giornalisti, fotografi, videomakers, operatori umanitari, volontari e chiunque si trovi ad affrontare un viaggio in zone di conflitto.
Il costo è di 490 €.
Per ulteriori informazioni:
War Reporting Training Camp – facebook
info.sixdegreesphoto@gmail.com
349 6068071

guerra war reporting locandina

 


Like it? Share with your friends!

Commenta

Commenti

Bianca Dagheti
Con una formazione ampia su fotografia, cinema e grafica mi incuriosisco facilmente dei vari aspetti della creatività. Non mi fermo mai per colpa dei miei tanti (troppi) interessi, ma quando riesco a prendermi una pausa scrivo per RDG.