Luca Barcellona lavora utilizzando le lettere come componente principale per le sue creazioni. Insegna calligrafia con l’Associazione Calligrafica Italiana e tiene workshop in varie città europee. Ha uno studio a Milano dove lavora come grafico e calligrafo freelance. Fra i brand che hanno richiesto i suoi lettering ci sono Carhartt, Nike, Mondadori, Zoo York, Dolce & Gabbana, Universal, Sony BMG. Ha collaborato con il Museo Nazionale di Zurigo, assieme al calligrafo Klaus Peter Schaffel, per realizzare la calligrafia con materiali originali (penna d’oca e inchiostri naturali) sulla riproduzione fedele di un mappamondo di grandi dimensioni risalente al 1569. Fra i suoi ultimi lavori ci sono la realizzazione dei i titoli di testa per il film “Io sono l’amore”, per la Mikado, il progetto “Some Type of Wonderful”, inaugurato a Melbourne e Sidney, e le collettive “Caligrafia” a San Paolo e “Oscuro Scrutare” presso la Galleria Patricia Armocida di Milano. Oltre ad aver preso parte a numerosi progetti indipendenti, i suoi lavori sono apparsi in svariate pubblicazioni; fra le ultime, uno speciale sulla rivista americana Letter Arts Review.

In Italia se si parla di scrittura ornamentale, Luca Barcellona è probabilmente uno dei nomi da cui non si può prescindere. Il suo lavoro è legato prima all’aeresol art e poi all’evoluzione e allo studio del lettering, ed è proprio questo connubio tra calligrafia e graffiti che lo ha reso famoso anche fuori dai confini nazionali.

Commenta

Commenti