10 UI/UX Trend per il 2019

Il 2019 sarà un fantastico anno, ecco un tour alla scoperta del paesaggio in costante mutamento del web design e dei trend UI-UX!5 min


31
547 shares, 31 points

È appena iniziato un nuovo anno e con esso nasce una nuova era del design.
Inizio con l’anticiparvi che, se vi aspettate drastici cambiamenti nel design, potreste rimanere delusi. In parole povere ciò che avverrà sarà una stupenda evoluzione delle idee e delle “best practice” che abbiamo visto nella seconda metà del 2018. Sarà comunque un fantastico tour alla scoperta del paesaggio in costante mutamento del web design.

1. Gradienti 2.0

Image credit: Zahidul

Sono qualcosa che avevamo già visto nel 2018, ma era solo l’inizio di questo trend. Nell’ultimo anno, infatti, i gradienti 2.0 si sono evoluti fino ad arrivare ad un approccio realistico alle illustrazioni. Eccone alcuni stili:

Positività

Sfumature vibranti che vengono usate per trasmettere positività e divertimento.

Image credit: Ghani Pradita
Profondità

In assoluto contrasto con le immagini dai colori vibranti, le sfumature possono essere usate per creare effetti di profondità e dinamismo.

Image credit: Walid Beno
Pseudo 3D

A chi serve il 3D se possiamo realizzarli con delle sfumature? Beh, alle volte potrebbe davvero servire del 3D… ma non qui!

Image credit: Walid Beno

2. Illustrazioni

Image credit: solechan

Dopo aver visto le fantastiche illustrazioni qui sopra, come potremmo andare avanti con qualcosa di diverso?

Le illustrazioni hanno preso il sopravvento, soprattutto nelle UI web e mobile. E non solo come immagini “standalone”.

Image credit: solechan

Quindi, qual è il vero apporto delle illustrazioni? Quando personalizzate sul fabbisogno del cliente e del suo brand, aprono infinite possibilità di comunicazione, trasmettendole in modo semplice e giocoso, ma dimostrando anche una grande originalità. Vediamone alcune.

Vibranti

Ispirate a scenari di vita reale, includono spesso figure umane, queste illustrazioni sono le più comuni per il mondo digitale.

Image credit: Design Studio
Collage

Ci spostiamo verso qualcosa di meno convenzionale. Un mix di illustrazioni e immagini, sotto forma di collage. Questo stile è abbastanza “raro”, ma efficace.

Image credit: Medium
Figure stilizzate

Sebbene possano sembrare primitive, da quando sono state utilizzate da Dropbox, hanno avuto un forte boost nel loro impiego. Sono basilari e spesso comunicano nostalgia e semplicità.

Image credit: Dropbox
Whimsical

La creatività è infinita, e così le opportunità di creare qualcosa di unico. Le illustrazioni “Whimsical” lo sono. Lanciate da Mailchimp, sono una tipologia di illustrazioni più “strane”, creative ed uniche.

Image credit: Mailchimp

3. Tipografia

Nell’ultimo anno abbiamo visto un boom di font sans serif che hanno invaso il mondo digitale. In questo periodo non solo ha dominato la scena UI/UX, ma ha anche lasciato un grande segno nella tipografia digitale.

Custom Fonts

Moltissimi brand abbandonano i classici font serif alla ricerca di font personalizzate per identificarsi e distinguersi.

Alcuni esempi di font personalizzati
Font variabili

Un trend nascente è sicuramente l’utilizzo di font variabili:

Un font variabile ci permette, con un singolo file, di coprire l’intera gamma di pesi e di stili della famiglia, diventando incredibilmente popolari tra designer e sviluppatori.

4. Layout non convenzionali

Broken grid

Questo tipo di design ha avuto un enorme successo durante il 2018 e sarà sicuramente un trend costante per il 2019.

Le broke grids permettono all’utente di scrollare la pagina in modo non convenzionale, attraverso un set definito di sezioni, facendogli comprendere la pagina in un modo diverso e più interessante.
Inoltre con questo stile è possibile integrare più sezioni e più paragrafi in maniera pulita e facile da leggere.

Pagine – Poster

Un buon poster sa colpire con efficacia anche la persona più noiosa. Molti siti web implementano questa strategia per colpire l’utente e catturarne l’attenzione.

Jack Knife Design

L’idea è di fondere le immagini e font “handwritten” spezzando dunque le griglie convenzionali.

5. Motion design

È risaputo che il nostro cervello elabora i messaggi visivi circa 60.000 volte meglio dei messaggi testuali. Ed i video ancora meglio.

Mentre i video potrebbero risultare “vecchio stile”, però, prendono largamente piede animazioni creative in grado di aumentare l’engagement del brand.

Image credit: Nikita Sharma

6. Pagine multi livello

La profondità è il nuovo trend assoluto nel mondo del design. Abbiamo precedentemente visto come sia possibile utilizzare dei gradienti per dare profondità alle immagini. Nelle pagine web, attraverso l’utilizzo di più livelli che scorrono l’uno sull’altro è possibile creare quello che viene definito “effetto parallasse”.

Homepage di Studio

7. Micro interazioni

Seppure possano sembrare poco rilevanti, sono questi i piccoli dettagli che gli utenti ricordano, anche se non convertono.

Perchè utilizzarle se non convertono?
Gli utenti amano interagire con i siti web. Ciò vuol dire che un aumento di traffico e di brand awareness. Un esempio di micro interazione può essere un menù out-of-the-box.

Eighty Eight

Le micro interazioni possono essere usato ovunque, ad esempio in pagine di errore, 404, caricamenti, ecc.

8. Contenuti a conversazione

Sono ormai lontani i giorni in cui i siti web comunicavano facendo esclusivamente auto promozione. Visitare un buon sito web, oggi, vuol dire trovare pagine che parlano con te.

Landing page di S4

Il contenuto è diventato molto importante negli ultimi anni e le compagnie investono sempre di più per la produzione di storytelling.

9. Pantone Living Coral

Un mesetto fa, Pantone annunciava il colore dell’anno 2019. Un colore calmo, sobrio, estremamente adatto al web design.

Itobuz

10. AR, VR e chatbot

Infine, ma non per ultimo, prepariamoci all’incremento di nuove tecnologie come l’ Augmented Reality, la Virtual Reality ed i chatbot.

JidoMaps

Con l’integrazione di chatbot abbiamo la possibilità di comunicare direttamente con l’utente, fidelizzandolo.

Image credit: Virgil Pana

Abbiamo raggiunto la fine dell’articolo, ma i trend della UI e UX si evolvono costantemente! Resta aggiornato su ogni sviluppo sul nostro sito web!

Articolo in lingua inglese: QUI
Traduzione ed adattamento all’italiano: Simone Checchia


Like it? Share with your friends!

31
547 shares, 31 points

Commenta

Commenti

Simone Checchia
Pugliese, laureato graphic design presso l'abaFG, lavora come web designer e creativo in uno studio di pazzi. "Blue Orange" è il suo motto, la sua personalità, il suo essere: qualcosa di estremamente familiare, ma al contempo anticonvenzionale e fuori dagli schemi! Scrive e amministra Roba da Grafici con lo pseudonimo di [blueorange].