Realtà aumentata: accattatevill!

0
103

In tempo di crisi i prezzi aumentano. Benzina, pane, caffè: chi più ne ha più ne metta. E ora? Mi stai dicendo che è aumentata pure la realtà?

 

mammahopersolaereo
AAAAAAAAAAHHHHH!!!!

Ma basta! Piove governo ladro! E sempre la povera gente, e loro dovrebbero andare in galera e non ci sono più le mezze stagioni e si stava meglio quando si stava pegg… come dici? La fiera del luogo comune? Naaahhh… E’ solo un articolo, il primo di una serie, per introdurvi al fantastico mondo della “Realtà aumentata”, o “Augmented Reality” che dir si voglia.

Quelli “bravi” direbbero che la realtà aumentata è l’arricchimento della percezione sensoriale che proviene dai cinque sensi + dati aggiuntivi, normalmente non percepibili. Ma come avviene questo “arricchimento? Grazie a una “postazione” dotata di web-cam, nel caso di pc, oppure una fotocamera, nel caso di smartphone o tablet, oppure nel caso di particolari devices come i “Google Glasses”. Diverse sono anche le modalità di attivazione del contenuto in realtà aumentato: attivazione tramite immagine “marker” (un po’ come accade con i “qr-code”, ma con le dovute distinzioni!), oppure geolocalizzazione, o altrimenti tramite un oggetto 3D scansionato. “L’occhio” della telecamera inquadra l’ambiente circostante, il software rielabora i dati acquisiti e aggiunge, in base alla modalità di attivazione prescelta, i contenuti preparati in precedenza: video, contenuti 3D, contenuti audio, pagine web e ogni tipo di contenuto multimediale attivabile su uno dei devices descritti.

Chi non ha capito alzi la mano che dopo interrogo! Quadrozzi, non ti nascondere dietro lo zaino! Hai capito cos’è la “Realtà aumentata”? Come dicono in Val d’Aosta “SEI DE COCCIO”. Allora, cerco di rispiegarmi in maniera più semplice, alla fine lo dice la parola stessa: realtà più un… “qualcosa”, che può essere qualsiasi tipo di dato o informazione che può aiutarci a comprendere la stessa.

L’esempio più lampante, a mio parere, è rappresentato da tutte quelle applicazioni disponibili sui vari store che permettono di inquadrare una strada con il proprio smartphone e ci ridanno in tempo reale informazioni su cosa c’è intorno: ristoranti, pizzerie, uffici, negozi. Pizzerie…. ahhhhh… pizza….

 

spiegazione-ra

 

Ehm… dicevamo… E’ un po’ più chiaro? Nelle prossime lez… pardon, nei prossimi articoli approfondiremo questo argomento con tecniche, esempi, informazioni, curiosità e cercheremo di capire assieme in che maniera sta mutando, visti i repentini cambiamenti a cui ci ha abituato oggi internet.
Cià 🙂

Commenta

Commenti